L’ispezione urbana di un tetto con drone APR da Luglio 2020

L’ispezione urbana di un tetto con drone da Luglio 2020

Come sappiamo la vita nei nostri condominii non è sempre facile.

Le spese straordinarie di solito sono quelle difficili da digerire soprattutto se i danni non sono tangibili, a volte, e difficili da diagnosticare.

Infatti quando passa il tempo e lo stabile comincia ad avere 10/5 anni cominciano a farsi sentire le spese straordinarie che coinvolgono nella maggior parte dei casi l’esterno dello stabile, più colpito dagli agenti atmosferici (sole, acqua piovana, vento).

Mentre le cause sono appunto sempre le stesse, le parti che possono danneggiarsi nel tempo  sono di solito quelle lontane dalla vista quotidiana: le coperture, terrazze e lastrico solare e le parti esterne come tubi, grondaie, tegole, camini, etc.

Di solito le parti in questione sono difficilmente raggiungibili a seconda del tipo di stabile, se casa autonoma o se trattasi di un condominio, in tutti i casi sono le zone più difficili da tenere sotto controllo.

Infatti, la procedura per poter diagnosticare queste possibili infiltrazioni delle parti esterne citate é quella di una verifica puntuale che spesso viene effettuata tramite aziende edili specializzate che per prima cosa installano esternamente ponteggi più o meno amovibili per arrivare in alto al punto di ispezione.

Solo questa voce di spesa “ponteggio” pesa tantissimo in un qualsiasi preventivo perché chiaramente queste infrastrutture o sono di proprietà (raro) o vengono prese a noleggio per il tempo necessario. Il restante preventivo di solito contiene i materiali e la mano d’opera specifica per poter rimettere in sicurezza la parte esterna deteriorata, per cui voci di spesa normali più o meno dispendiose a seconda della qualità dei materiali e della mano d’opera.

Oggi si può risparmiare nella parte iniziale di Ispezione, di prima verifica dello stato dell’arte di un tetto difficile da raggiungere tramite l’utilizzo del drone APR.

Il drone aereo da la possibilità di avere velocemente e ad un costo molto ridotto la situazione visiva dello stato da cui deriva uninfiltrazione dovuta al degrado di una qualsiasi parte esterna.

 Vantaggi di una Ispezione con drone:

Riduzione costi: niente ponteggio per l’ispezione

  1. Accessibilità: il drone arriva dove non sia possibile arrivare
  2. Nessun danno invasivo: rottura di tegole o altro
  3. Nessun rischio: alle persone per l’accesso al tetto
  4. Rapidità: tramite il sorvolo di un drone si acquiscono immagini e video ad alta risoluzione;
  5. Visuale Termografica: diagnosticare la temperatura della struttura oggetto dell’ispezione
  6. Restituzione dei dati digitali in poche ore

Riguardo all’ultimo punto, la restituzione delle fotografie e dei video riguardanti l’ispezione, mi preme sottolineare che neanche in questa fase si creano lentezze o altro perché i files in formato digitale vengono elaborati e archiviati su una cartella protetta su un HD Internet in cloud in modo che in poco tempo possano essere visionati dai professionisti tecnici.

 Ci sono 2 soluzioni per realizzare un’Ispezione di questo tipo:

  • Assumere la collaborazione di un Pilota APR che lo fa per lavoro

Faccio queste due distinzioni perché si deve sapere forte e chiaro che si può far tutto ma per diventare un Pilota APR come descritto dal codice della navigazione art 743 occorre conoscere una serie di regole dell’Aria e della circolazione aerea e fare tanta, tanta pratica di volo in onore della sicurezza.

Quando si vola con il drone occorre avere una certa dimestichezza di dove poter volare!

Da Marzo 2020 l’unico punto di riferimento per i piloti sarà il portale Enav di Dflight, come ho già avuto modo di scrivere in un recente articolo e dal 1 Luglio 2020, il Regolamento a cui faremo riferimento noi piloti (sia professionali che hobbysti) sarà quello EASA.

Quindi da Luglio 2020, con l’entrata in vigore  del regolamento EASA, non ci sarà più distinzione tra piloti APR professionali e Hobbysti e le regole saranno ferree:

  • tre categorie: Open, Specific, Certified
  • assicurazione obbligatoria per tutti (tranne gli Hobbysti con drone <250 grammi)
  • registrazione dei droni su D-flght (anche quelli <250 che hanno una fotocamera)
  • trasponder elettronico per tutti i droni (tranne per i droni <250 grammi)

Scriverò un articolo in merito a queste novità non appena saranno allineati tutti gli altri  documenti collegati (scenari critici standard e prossima Lic 17).

La domanda che molti tra i professionisti tecnici addetti ai lavori si stanno ponendo é questa:

mi conviene ancora diventare pilota certificato professionale (con attestato che scade ogni 5 anni), comprare un drone, spendere per registrarlo, mantenerlo, con batterie, assicurazione annuale?

o

Fatturare a un Pilota il servizio?

A disposizione per qualsiasi cosa

Buon Volo!